Collezionismo sa Lolla - clik.to/collezionismo - Il museo on line! Esponi gratis qui le tue collezioni.... Mercatino annunci gratuiti: inserisci i tuoi annunci di collezionismo, gratis!

Benvenuto nel portale interamente dedicato al collezionismo - - - - - clik.to/collezionismo - - - - -         www.globnet.it/collezionismo - - - - - - Webmaster: Claudia

 

Mignon

Informazioni utili per i collezionisti di minibottles

 

I profumi non solo esaltano il nostro spirito, evocano sensazioni, ci riportano indietro nel tempo, ma sono anche una affascinante forma di collezionismo. Le boccettine dalle molteplici forme, dalle mille sfaccettature e dai diversi colori che li contengono, amplificano il prezioso valore di questa collezione. E' già da diversi anni che molte persone conservano gelosamente le preziose bottigliette che contengono i profumi e oggi questa passione dilaga e si espande a macchia d'olio. Molti collezionisti alle confezioni standard, preferiscono i "mignon", cioè la fedele riproduzione in scala delle bottigliette di profumo. Una vera chicca per gli appassionati, il cosiddetto pezzo introvabile è lo Zust di Schiapparell. Solo pochi collezionisti americani (quattro o cinque) possono vantarne il possesso. Sono raffigurate un paio di gambe maschili che formano un archetto.  E' sicuramente un pezzo unico e il suo valore si aggira sui 3 milioni di lire. Un altro pezzo davvero prezioso è la boccetta Chant d'Arômes di Guerlain. Anche il suo valore è di circa 3 milioni di lire. 

                 

Quando si parla di mignon non si intendono però solo i profumi. Mignon (o mignonnettes) è infatti un termine ben conosciuto dai produttori, dai rappresentanti, dalle aziende enologiche e dai consumatori. Le mignonettes nacquero in Francia, subito dopo la Prima Guerra Mondiale, per opera delle grandi Case di Cognac. Queste decisero di distribuire l'assaggio dei loro prodotti a mezzo di bottigliette, copie perfette di quelle più grandi corrispondenti. L'idea della raccolta si diffuse, dapprima debolmente, poi con tenacia e convinzione, in altri paesi, anche in Italia. 

   

All'inizio non esisteva un vero e proprio commercio delle bottigliette che venivano regalate come campioncini. Nate solo per pubblicità, oggi le bottigliette possono contare su due vasti mercati: quello dei consumatori e quello dei collezionisti. Sono sorti anche veri e propri negozi specializzati nella vendita delle mignonettes, nonchè riviste rivolte a chi è interessato a questo genere di collezionismo. Alcuni pezzi, quelli con il tappo in PVC, sono facilmente reperibili, altri, quelli con il tappo in alluminio, lo sono di meno, altri ancora, come le mignonettes con stemma sabaudo o quelle con i sigilli in metallo, sono rari o addirittura rarissimi. E'  comunque necessario, come del resto in ogni collezione, tenersi alla larga dai falsi in circolazione.       Un pezzo decisamente prezioso è la rara Mignon del Cognac Stock Medicinal, con sigillo metallico. 

E' stato inoltre fondato per allacciare rapporti con altri collezionisti del settore (è anche questo uno dei principali piaceri della raccolta), nonchè per facilitare e informare chi volesse intraprendere la collezione, ottenere stime o scambiare dei pezzi, il Club delle Mignonettes. Quasi tutti i collezionisti all'inizio sono attratti dall'estetica nella scelta delle mignonettes e acquistano quindi le più suggestive e artistiche, ma, successivamente, si specializzano in una o più tematiche. Si può certo collezionare ciò che più ci attrarre ma facendo anche attenzione ad acquistare con oculatezza, scegliendo quei pezzi che, pensiamo, acquisteranno valore nel tempo. Per quanto riguarda le tematiche si può raccogliere per marca, per annate, per tipologia di liquore, per forma ecc. Inoltre è possibile limitare la propria collezione a Vini, Aperitivi, Amari o Whisky. Alcuni mignon sono dei veri piccoli capolavori dell'arte vetraia e la loro collezione è  estremamente affascinante e divertente per la forma delle bottiglie, i colori, e il continuo aumento di valore nel tempo.  

Claudia Pisanu

 

Info per i collezionisti di minibottles

Nell'ultimo numero di Minibottles magazine (dicembre 2009), rivista specializzata in questo suggestivo settore di collezionismo, c'è l'invito (con riduzione sul biglietto di ingresso) per partecipare alla prossima edizione della fiera Cambi e Scambi, che si terrà a Reggio Emilia il prossimo 5 e 6 dicembre 2009.

Minibottles magazine sarà presente con uno stand espositivo e sarà un'occasione anche per potersi abbonare a Minibottles magazine per il prossimo 2010 (al costo, rimasto invariato, di 26,00 euro per sei numeri da 24 pagine ciascuno).

Le caratteristiche che hanno contraddistinto i sei numeri del 2009 sono state:
varietà delle rubriche, foto di alta qualità, testi professionali e puntualità della rivista.

Per chi fosse interessato, ricordiamo che sono rimasti ancora due giorni per partecipare all'asta per corrispondenza presente sulla rivista numero cinque del 2009.
I lotti, che partono tutti da offerta libera, sono:
- lotto 1) Cordial caffè Sica
- lotto 2) Maraschino Luxardo
- lotto 3) Maraschino Luxardo
- lotto 4) Maraschino Vittone
- lotto 5) Alchermes Vittone
- lotto 6) Fernet Vittone
- lotto 7) Gran Riserva Liquore Secco Vittone
- lotto 8) Triple Sec Buton

Se poi non avete la rivista, per partecipare all'asta o anche solo per avere informazioni basta rivolgersi a Giuseppe Savoca, ricordando - se volete - che avete trovato l'annuncio sul nostro sito: Collezionismo Sa Lolla (www.globnet.it/collezionismo)
 

Collezionismo Sa Lolla - Online dal 07/02/2001
Webmaster Claudia - Internet Projects 
www.globnet.it